mercoledì 8 febbraio 2017

Fiab Como BiciAmo consegna la prima tessera onoraria a don Giusto Della Valle

7 febbraio 2017

Questa sera abbiamo passato un bel momento di condivisione e di crescita interiore, cenando presso il ritrovo parrocchiale di Rebbio in compagnia di don Giusto, con  un gruppo di richiedenti asilo ed alcuni volontari.

Dopo aver proposto e programmato, per la prossima primavera, alcune attività di promozione dell'uso sicuro della bicicletta da parte dei migranti o di chiunque sia interessato, abbiamo consegnato a don Giusto Della Valle la tessera di socio onorario 2017 a FIAB Como BiciAmo .

Lo abbiamo fatto perché, secondo noi, don Giusto è un riferimento e una guida per quanto riguarda l'accoglienza, nel senso più profondo del termine.
Questo suo saper essere spontaneamente "buon esempio" lo manifesta anche nel modo di muoversi, infatti il suo mezzo di trasporto abituale è proprio la bicicletta: economica, salutare e rispettosa dell'ambiente.

Andare in bicicletta rispettando le regole significa scegliere di percorrere le strade di un mondo grande e vario in modo leggero, consapevole e responsabile.

Chi lo conosce lo avrà sicuramente incontrato più volte in bici mentre da Rebbio si reca in convalle e viceversa.

È per questi motivi che la prima tessera di socio onorario di Fiab Como è stata conferita a don Giusto.

Approfittiamo anche per informare che sabato prossimo 11 febbraio saremo in piazza Boldoni con  un banchetto dalle 11 alle 18 per incontrarci, chiacchierare, condividere progetti e dare la possibilità a chi lo desidera di tesserarsi per il 2017.

Le iniziative sono tante e sarà bello raccontarcele!

FIAB Como BiciAmo
Federazione Italiana Amici della Bicicletta



mercoledì 14 settembre 2016

Domenica 18 settembre dalle 10 il "BICIBUS CHE C'E' "

Andiamo tutti insieme in bici alla Fiera "L'isola che c'è" con il BICIBUS CHE C'E' - da Como a Villa Guardia e ritorno con varie fermate lungo il percorso. e da Olgiate Comasco a Villa Guardia con gli amici di Como a Ruota Libera


sabato 14 maggio 2016

A Como e provincia è attivo l'accordo "Bici in bus"

Accordo bicinbus firmato! Adesso e per sei mesi sperimentali a Como le bici pieghevoli salgono sul bus senza alcun limite di orario e senza sovrapprezzo.  
È un primo passo per il cambiamento verso la diffusione del trasporto intermodale.



martedì 12 aprile 2016

Domenica 17 Aprile - Giro in bici alla Certosa di Pavia

Carissimi amici e soci,
vi ricordiamo che Domenica 17 Aprile è in programma la seconda uscita in bici presso La Certosa di Pavia, come da nostro calendario attività 2016.

Si tratta di un percorso cicloturistico lungo una ciclabile ad anello (fondo misto) con visita durante il percorso alla Certosa di Pavia e visita finale facoltativa alla città.
La giornata è organizzata come di seguito:

1° Ritrovo (facoltativo): ore 8:00 presso parcheggio stazione Ferrovie Nord a Grandate 
Partenza per Pavia: ore 8:15
Utilizzeremo questo pre-ritrovo per consentire le operazioni di carico bici/passeggero e parcheggio auto, per coloro che offrono o chiedono un passaggio.

2° Ritrovo: ore 9:15 presso via della Torretta/ingresso Parco della Vernavola, Pavia. Qui si potrà parcheggiare l'auto ed effettuare le iscrizioni per i non soci.
Partenza per la pedalata: ore 09:30 . 

VI RACCOMANDIAMO LA PUNTUALITÀ  per consentire la visita alla Certosa di Pavia dove l'ultimo ingresso della mattina è alle ore 11,30. Al termine della visita è possibile pranzare presso il  vicino Bar Albergo Milano (panini,pizze etc).
Il percorso ha uno sviluppo totale di 19 km, il termine del giro è previsto verso le ore 14,00.


La pedalata è aperta a tutti; i NON SOCI FIAB potranno partecipare tramite iscrizione da effettuarsi prima della partenza e pagamento di una quota pari a 3 euro (per copertura assiucurativa).

Di seguito il link con i dettagli della gita: http://www.andiamoinbici.it/show/2016-04-17-certosa-di-pavia
 

Speriamo di vedervi numerosi!!
A presto

La Segreteria Fiab ComoBiciamo

Per qualsiasi informazione:

Giulio Sala 335 304457
Renata Frigerio 331 2680636

domenica 20 marzo 2016

Rinnovo iscrizione 2016 e Calendario Fiab Como Biciamo

Ciao a tutti,

è arrivato il secondo anno di Fiab Como Biciamo, l'anno passato è servito come rodaggio della nostra associazione; abbiamo iniziato a conoscerci, a farci conoscere e abbiamo preso i primi contatti con le amministrazioni locali.

Lo scorso anno abbiamo anche cercato di conoscere le associazioni del nostro territorio che hanno nel loro statuto gli stessi principi di tutela dell'ambiente e del paesaggio e che propongono una mobilità alternativa alle auto.

Abbiamo costituito un coordinamento provinciale delle associazioni per essere più incisivi sulle scelte delle nostre città.

In questi giorni stiamo procedendo alla definizione di un nuovo regolamento dei trasporti pubblici urbani ed extraurbani perché sia reso possibile il trasporto di bici pieghevoli nell'ottica di un'incentivazione dell'intermodalità come sistema casa-lavoro. 

Fiab Como Biciamo si è inoltre attivata per la realizzazione della nuova rete ciclabile europea, con la sottoscrizione del progetto realizzato dal Comune di Como per la rete ciclabile Comasca, che ricomprende il rivoluzionario percorso ciclabile denominato "Via Dei Pellegrini" (Euro Velo 5) e che si potrebbe concretizzare nel nostro territorio nel 2017.

Oggi iniziamo a diffondere il calendario degli eventi principali che Fiab Como Biciamo organizza per il 2016.

Le escursioni di quest'anno prevedono la scoperta del territorio lombardo e include anche gite 'fuori porta'. I percorsi inseriti sono adatti alle famiglie; nel calendario abbiamo voluto indicare il chilometraggio ed il tipo di strada.

Con il coordinamento abbiamo inoltre istituito una breve pedalata ogni primo venerdì del mese, da Porta Torre a Como sino a Cernobbio, con sosta ed eventuale ristoro allo Spazio Anagramma. L'intento è di creare un appuntamento costante per chi voglia incontrarci per darci un suggerimento o per avere informazioni.

Questo è in sintesi quello che in parte stiamo facendo, vorremmo fare molto di più ed è per questo che vi chiediamo il rinnovo della tessera 2016 di Fiab, ma anche la vostra partecipazione!

VI RICORDO I PROSSIMI APPUNTAMENTI E VI ASPETTO:


20 MARZO ESCURSIONE IN BICICLETTA LAGO DI VARESE (28 Km) percorso asfaltato su pista interamente ciclabile, adatto anche a bambini. Partenza da Varese Piazza Roma ore 10,00. 

2 APRILE BANCHETTO PER TESSERAMENTO 2016 COMO PORTA TORRE.

Le nostre gite sono comunque consultabili sul calendario nazionale FIAB: 

http://www.andiamoinbici.it/


Allegato: Calendario FIAB COMO BICIAMO

A presto
Giulio Sala
 

domenica 24 gennaio 2016

SI' alle bici pieghevoli sui bus di ASF Autolinee

dopo aver letto questo articolo apparso sul quotidiano La Provincia di Como,
 

abbiamo scritto:

La nostra voce in coro si leverà per sensibilizzare ASF. Gli autobus sono idonei a passeggini e valigie ingombranti, figuriamoci se non a una bici pieghevole.

...ed infatti

il 23 gennaio 2015 inviamo via e-mail  una formale richiesta ad ASF autolinee e per conoscenza a Comune di Como, e Provincia di Como

Presa di posizione a seguito di un grave episodio

Le associazioni  FIAB COMO BICIAMO, COMO A RUOTA LIBERA, LA CITTA’ POSSIBILE COMO dopo aver appreso, a mezzo stampa, della spiacevole esperienza occorsa ad un utente dei mezzi di trasporto pubblico,  al quale è stato negato l’accesso al bus con la propria bici pieghevole sulla linea C40, peraltro unica alternativa in concomitanza ad una soppressione di un treno, chiedono un intervento risolutivo da parte della società che in provincia di Como gestisce il trasporto pubblico.
In base al racconto riportato dal quotidiano locale, infatti, parrebbe che l’autista del bus abbia “soltanto applicato i regolamenti” forse – a nostro giudizio - in modo un po’ troppo restrittivo. Sui treni, infatti, la bicicletta pieghevole è considerata un bagaglio a mano, in quanto occupa veramente poco spazio.

LE ASSOCIAZIONI: "Crediamo non siano episodi da sottovalutare e lasciar correre.  L'intermodalità su Como e provincia deve poter essere applicabile, lo consideriamo un presupposto fondamentale affinché sia possibile invertire la rotta e agevolare qualsiasi  spostamento alternativo all’auto, in favore della mobilità leggera e del trasporto pubblico. Alla luce di quanto accaduto e delle premesse fatte, chiediamo: che vengano modificati i regolamenti allo scopo di rendere possibile il trasporto sui bus di utenti con bici pieghevoli come bagaglio a mano; l’inserimento dell’innovazione della possibilità di caricare almeno un numero limitato (max 1 o 2) di biciclette tradizionali sui bus, oppure dotare i bus di appositi portabici".
Percorrendo questa strada ed attuando questa inversione di marcia, si contrasta l’aumento sempre crescente ed ormai insostenibile del traffico e delle polveri sottili.
Le Associazioni si impegnano sin d’ora a contribuire nella definizione delle decisioni conseguenti a questa richiesta,  mettendo a disposizione le risorse di competenza e di esperienza acquisite, intendendo  svolgere un ruolo di servizio e collegamento con la popolazione e gli utenti.

La missiva è stata firmata dai presidenti dei rispettivi sodalizi: Giulio Sala (Fiab Como), Massimo Del Viscio (Como a Ruota Libera), Marco Ponte (Città Possibile Como).

giovedì 17 dicembre 2015

Condivisione progetto dorsale del pellegrino COMO

Riportiamo di seguito il comunicato congiunto di condivisione del progetto preliminare con il quale il Comune di Como parteciperà al bando regionale per la realizzazione del percorso ciclabile in oggetto.

Spett.
Comune di Como
22100 Como

Oggetto: Progetto preliminare - POR FESR 2014 – 2020 Asse 4 Azione 4 e 1.1. “misura mobilità ciclistica”
La dorsale urbana della VIA DEI PELLEGRINI PCIR 5

Le associazioni:
FIAB COMO BICIAMO
COMO A RUOTA LIBERA
LA CITTA’ POSSIBILE COMO
RETE DEI CAMMINI (coordinamento di 27 associazioni nazionali)
IUBILANTES

Che trattano il tema della mobilità leggera o “mobilità nuova” per analizzare il progetto preliminare in oggetto, in collaborazione con arch. Cesare Coerezza socio e consulente FIAB, si sono riunite per discutere in modo unitario sul tema della rete ciclopedonale e collegamenti con i principali terminal del trasporto pubblico.
Ritengono utile, anzi indispensabile, condividere, appoggiare, sostenere con forza, considerare massimamente utile e quidi approvare il progetto in oggetto, al fine di dare avvio ad un’inversione di tendenza nella quale si riduca l’uso dell’automobile privata, a vantaggio di un aumento del ricorso alla mobilità leggera e locale e quindi a favore degli utenti più deboli e fragili della strada.
Tale progetto inoltre è teso anche all’affermazione di itinerari di lunga percorrenza, di origine storica e di massima valenza,  anche turistica che colleghino Como, Cernobbio e la Svizzera con Milano, percorrendo la VIA DEI PELLEGRINI, Eurovelo 5 (v. il Piano Regionale della Mobilità Ciclistica - D.g.r. n.X/dell’11.04.2014), l’asse storico COMUM-MEDIOLANUM e verso Menaggio, Sorico, Chiavenna, Spluga lungo I CAMMINI DELLA REGINA - percorsi transfrontalieri legati alla Via Regina finanziato dal P.O. Italia-Svizzera 2007-2013 ed appena conclusosi.
Essendo già oltre 14 le stazioni di bike sharing  esistenti ed utilizzate nella nostra città, la realizzazione di una RETE CICLABILE diventa fondamentale.
Il progetto proposto assume quindi l'importanza ed il ruolo di asse portante di tale rete, non solo come elemento di connessione tra  le principali direttrici territoriali nazionali ed internazionali, ma anche come supposto alla mobilità locale di collegamento tra i quartieri e le principali parti della città.

Percorrendo questa strada ed attuando questa inversione di marcia, si contrasta l’aumento sempre crescente ed ormai insostenibile delle polveri sottili, il famigerato PM10 che mette a rischio la salute pubblica, cominciando così ad avviare l'attuazione dei principi della Carta di Toronto (2010) per la quale ed in modo prioritario “L’attività fisica promuove il benessere, la salute fisica e mentale, previene le malattie, migliora le relazioni sociali e la qualità della vita, produce benefici economici e contribuisce alla sostenibilità ambientale”.
Anche se ormai in ritardo decennale rispetto al resto d’Europa, con questo progetto si attuano previsioni da anni contenute nel Piano della Mobilità ma mai attuate e realizzate principalmente per carenza di risorse ed urgenza di altre priorità, ma divenute ora una necessità condivisa dalla cittadinanza come testimoniano il crescente sviluppo della mobilità leggera  documentato dai recenti rilievi del  traffico ciclistico e dai dati di accesso al bike-sharing.
Le Associazioni si impegnano sin d’ora a contribuire per una migliore definizione progettuale nelle fasi successive mettendo a disposizione dell'Amministrazione le risorse di competenza e di esperienza acquisite, intendendo  svolgere un ruolo di servizio e collegamento con la popolazione e gli utenti .

Giulio Sala – presidente FIAB COMO BICIAMO
Massimo Del Viscio - presidente COMO A RUOTA LIBERA
Marco Ponte – presidente LA CITTA’ POSSIBILE COMO  
Ambra Garancini - presidente RETE DEI CAMMINI
Giorgio Costanzo - IUBILANTES